Post

Visualizzazione dei post da 2017

NMS 170902 - 4 - L'archeonauta

Immagine
Il volo disinvolto è un'esperienza unica. Volare in alta o bassa quota solo per il piacere di farlo, senza andare a caccia di risorse minerarie, è una vera liberazione. Capita ogni tanto di imbattersi in antiche costruzioni, ed è a quel punto che la naturale curiosità umana viene a galla: troverò qualche antico artefatto? Utile, posso rivenderlo. Ma quel che più mi affascina è scoprire qualcosa in più sulle antiche civiltà. Perché queste strutture sono tutte in rovina? Cosa è successo a coloro che hanno vissuto qui?


Passeggiare tra le antiche rovine che racchiudono un'aura misteriosa mi affascina moltissimo. Il pensiero che qualcuno abbia innalzato simili costruzioni ancora prima che la razza umana si affacciasse alla vita è il carburante che aiuta a porsi sempre più obiettivi.


Esplorando a fondo questo vasto universo imparerò sempre di più su queste strane culture. Una parola per volta.

NMS 170826 - 3 - Primo contatto

Immagine
Il primo contatto con una razza aliena non è certamente un momento da sottovalutare. Prima di tutto esiste lo scoglio della lingua, perché se è vero che col tempo si possono apprendere molte parole delle altre razze, non è sempre facile capire se il tuo interlocutore ti stia invitando a cena o insultando.

Più di una volta mi sono immaginato questa scena, quando l'alieno che parla una lingua totalmente incomprensibile compie gesti che sembrano minacciosi o spazientiti:

Ciò non toglie che molti incontri sappiano essere anche molto allettanti. Scoprire i riti e le culture aliene è sempre affascinante e aiuta a conoscere un po' di più gli  abitanti di questi strani, nuovi mondi.



Esplorando i pianeti però mi rendo conto che le civiltà aliene forse sono ancora più antiche del tempo stesso. Ogni nuova scoperta è un tassello che va a comporre la storia del mio viaggio, che si compone sul passato delle culture che incrocio.

NMS 170819 - 2 - Animaletti pericolosi

Immagine
La fauna che si può incontrare sui pianeti è varia e curiosa. Inutile dire che più assomigliano a dinosauri e più per me sono affascinanti. Ben presto ho imparato a padroneggiare l'uso del visore analitico per registrare le nuove specie e scoprire di più sulle loro abitudini e pericolosità.



Ma non sono soltanto animali le creature che si possono incontrare. In una base spaziale vengo a conoscenza di diverse altre razze umanoidi e intelligenti; viaggiatori come me che cercano fortuna tra le stelle.

NMS 170812 - 1 - Direzione: cielo

Immagine
Inizio da qui con un diario di bordo delle mie avventure in No Man's Sky.
La categoria alla quale sarà associato si chiama La pista delle stelle, in omaggio al titolo italiano della collana che ha raccolto in forma romanzata gli episodi della serie classica di Star Trek sul finire degli anni settanta. Il nome mi è sembrato piuttosto evocativo e lo stile anche, perché No Man's Sky è un'appassionatissima dichiarazione d'amore alla fantascienza popolare dei tempi che furono, con uno sguardo al futuro.



Il primo approccio con l'universo infinito è quindi traumatico. Solo e disperso su un pianeta sconosciuto con il motore in avaria. L'atmosfera è soffocante, la tuta protettiva mi salvaguarda solo per poco alla morsa del caldo, così sono costretto a lanciarmi nella ricerca di materiali non solo per rimettere in stesto la navicella, ma anche per mantenere costantemente attive le funzioni protettive della tuta. Non vedo l'ora di abbandonare questo maledettissimo sa…

Monster Hunter Stories. Un gioiellino annunciato?

Immagine
Ho completato la prima parte della demo. E parlo di prima parte perché fa da introduzione al mondo di gioco e alle sue meccaniche, ma non si ferma lì. Ora sono pronto a ricontrollare l'equipaggiamento, potenziarlo o comprare nuovi oggetti per partire alla volta dell'avventura sul dorso del mio fidato draghetto azzurro in cerca di altri mostri per chissà quanto tempo ancora! Nel villaggio sono molti i personaggi che chiedono già il mio aiuto.

Insomma, questo piccolo assaggio di Monster Hunter Stories fa sperare in un gioco completo molto carino.

Switch to the future

Immagine
Milano, Via Solferino 40. Ore 10:00: C'è già una coda modesta ma positiva. Bene, vuol dire che Switch interessa. Dietro di me ce ne sono altrettanti in crescita.



Il primo approccio con la nuova console è avvenuto con Splatoon 2. Due squadre a confronto: una composta da quattro adulti e l'altra da soli due ragazzini figli del nuovo millennio. Nella prima squadra hanno militato il sottoscritto e altri ragazzi che come me non hanno il capitolo precedente per Wii U. Ci siamo arrabattati alla meglio, imparando i comandi principali e divertendoci nella nostra... ehm... inesperienza. Il plotone avversario sembrava già temprato da numerose battaglie. Ci hanno stesi, ma non così gravemente come temevamo. La battaglia si è conclusa quasi in parità. In realtà non eravamo proprio scarsi, é che abbiamo preso alla lettera i nomi delle squadre generati in automatico: Bad Guys vs Good Guys. Eravamo troppo buoni, capite? Certo.
Accomodarsi sulle latte di vernice è stato un tocco di classe.



Le …

Una meravigliosa esperienza da incubo

Immagine
Una delle cose buone delle fiere è la possibilità di provare le nuove tecnologie meno “a portata di portafoglio” per vivere personalmente l’esperienza e catapultarsi, anche per un breve periodo, nel futuro. E grazie Playstation, per aver mantenuto la promessa! Non servono DeLorean (peccato) o voluminose cabine blu per questo viaggio, ma è sufficiente un inaspettatamente comodo visore e un paio di Playstation move per ritrovarsi in un altro mondo e contemporaneamente vivere quello che fino a pochi anni fa era considerato fantascienza. Durane l’ultima edizione di “Lucca Comics and Games” ho avuto l'opportunità di provare il visore per la realtà virtuale per PS4, senza negare un lieve pessimismo: agitarsi così davanti alle persone in attesa di provare anche loro l’esperienza? Che imbarazzo! La ragazza prima di me infatti era molto composta: gomiti poggiati sulle ginocchia, movimenti leggeri dei polsi con in mano i telecomandi, movimento della testa quasi nullo. Forse aveva il torcic…